Campo sportivo “Enrico Bracesco”

INFORMAZIONI DI CONTATTO


Logo di Campo sportivo “Enrico Bracesco”

Sito web Sito internet


Email: pablopio@hotmail.com


Telefono: 3294738709


Indirizzo: Via Rosmini 11, Monza


Facebook

CARATTERISTICHE


Accessibilità economica: Offerta libera

Sport: Calcio a 11, Green Volley, Rugby


Età: 12 - 18 anni, 19- 40 anni, 41 in sù


Disabilità:


Accessibilità Struttura: Nessuna Accessibilità della struttura


DESCRIZIONE STRUTTURA

Dopo svariati lavori di riqualificazione (video http://vimeo.com/36035230) che hanno cancellato i segni di anni di inutilizzo, a dicembre 2011 abbiamo inaugurato il campo da calcio a 11 situato all’interno degli spazi della nuova sede della F.O.A. Boccaccio 003, l’ex centro sportivo in disuso di via Rosmini 11 a Monza, occupato a ottobre 2011. Fin da subito abbiamo ritenuto importante ripristinare e aprire alla cittadinanza, insieme con tutte le altre strutture abbandonate, anche il campo da gioco. Così è stato: l’11 dicembre 2011 l’intitolazione del campo a Enrico Bracesco, operaio della Breda, partigiano, deportato politico ucciso dai nazisti nel Castello di Hartheim nel dicembre 1944, ha rappresentato la prima occasione pubblica in cui si è ufficializzato il ripristino di
questo spazio.
Se in generale la sua fruizione è ispirata alla consueta apertura del Boccaccio nei confronti della cittadinanza e alla volontà di farne un nuovo ambito di aggregazione libera e autogestita in una città sempre più privatizzata, nello specifico i progetti sportivi si sviluppano all’insegna di un pensiero condiviso sul ruolo che lo sport può svolgere da un punto di vista sociale all’interno del mondo di oggi.

Parallelamente si è sviluppato all’interno dell’ex palestra del centro sportivo (oggi sala polifunzionale) il corso di boxe: nasce così il progetto della palestra popolare “Liabeuf”.

Crediamo che il linguaggio universale dello sport abbia grandi potenzialità e possa costituire un forte strumento di intervento sociale, nella direzione dell’integrazione tra etnie differenti, della comunicazione di valori di solidarietà sociale, della promozione di una socialità slegata dal profitto.

Il campo “Enrico Bracesco” e le sue strutture adiacenti (spogliatoi, palestra, etc…) sono quindi luogo di incontro e socialità dal basso in cui organizzare allenamenti, tornei, singole partite ispirate dagli stessi valori che ispirano quotidianamente l’attività del Boccaccio. Il campo e la palestra sono tornati a
essere “beni comuni”, disponibili per chi, dall’esterno, sente di condividere questa visione dello sport come potente strumento di integrazione sociale.

Presso il campo sportivo è possibile praticare calcio, green volley e rugby.

 


Categorie: